Unpli Cosenza: un caffè con gli aspiranti Europarlamentari

Un momento di confronto, una discussione aperta, un appuntamento informale, davanti ad un caffè.
E’ così che in perfetto stile Unpli Cosenza i candidati al parlamento europeo incontreranno il mondo delle Pro-Loco cosentine.
Un appuntamento fortemente voluto dal consiglio provinciale
e che sarà funzionale ad un approfondimento delle tematiche relative a cultura, turismo,
welfare e ambiente in un momento storico-politico nel quale il terzo settore sta vivendo
un importante processo di riforma.
L’appuntamento è per mercoledì 15 Maggio alle 17 all’hotel Royal, che sarà, per l’occasione,
la “casa” delle Pro-Loco e sede di discussione e approfondimento.
Sono già diversi gli aspiranti parlamentari europei della circoscrizione Sud che hanno aderito
e prenderanno un caffè insieme al presidente Antonello Grosso La Valle ed ai consiglieri Unpli, in vista della tornata elettorale del 26 Maggio.
Gli spunti, le idee, le proposte e gli impegni saranno raccolti in un documento-manifesto
da far sottoscrivere ai “futuri” rappresentanti a Bruxelles che, si spera, possano portare
l’entusiasmo, la passione, l’impegno, insomma, un po’ di Unpli in Europa.

Janus, l’80enne giramondo in bicicletta “ospite” delle Pro-Loco del Tirreno

Janus River è un cicloviaggiatore russo-polacco di 80 anni. È partito da casa, in Italia, nel 2000 e da allora, quasi 20 anni fa, ha macinato migliaia di chilometri in giro per il mondo in sella alla sua vecchia bicicletta trasportando solo
il necessario per un’avventura senza fine: sacco a pelo, qualche cambio e poco altro. L’anziano cicloviaggiatore viaggia senza tenda, gli bastano il sacco a pelo e l’ospitalità delle persone che incontra lungo il suo viaggio senza fine.
«Giro con tre euro in tasca ma non li spendo mai», dice.
«Dormo per terra, nel sacco a pelo. Non ha famiglia, né figli». La sua casa è il mondo, la sua patria in 152 Paesi che ha attraversato. La sua meta, Pechino nell’anno delle Olimpiadi 2028.
Nelle scorse ore, Janus, ha pedalato lungo la costa tirrenica calabrese, testando ed apprezzando l’ospitalità calabrese offerta dalle Pro-Loco di Campora San Giovanni, Belmonte C., Paola, Guardia Piemontese, Cetraro, Bonifati, Belvedere M.mo, Diamante, Santa Maria del Cedro, Scalea, Praia a Mare e Tortora. Il tutto coordinato dalla presidenza di Unpli Cosenza, guidata da Antonello Grosso La Valle, che ha “abbracciato” Janus a Belvedere Marittimo. «Janus è la testimonianza che non esistono sfide impossibili – ha commentato Grosso La Valle – e che con la giusta forza di volontà si possono raggiungere traguardi importanti. Siamo orgogliosi e onorati – conclude – di essere parte del percorso di Janus, e ci impegniamo a promuovere attraverso i nostri canali l’impresa che da quasi vent’anni sta compiendo, auspicando che questo ottantenne instancabile possa centrare l’obiettivo che si è prefisso».

Unpli Cosenza e Unpli Calabria a sostegno dei lavoratori delle Terme Luigiane

Unpli Cosenza e Unpli Calabria attraverso il Presidente e Dirigente Nazionale Antonello Grosso La Valle esprime totale solidarietà e vicinanza ai lavoratori della Terme Luigiane ed a tutto l’apparato.
«La Calabria, oltre al suo immenso patrimonio culturale, immateriale, ambientale, è la terra delle Terme e le Terme Luigiane rappresentano la più antica e apprezzata stazione termale per le azioni benefiche delle sue acque, frequentata come meta “della salute” e come destinazione turistica dai calabresi e da tantissimi visitatori provenienti da tutta Italia e dall’estero – spiega Antonello Grosso La Valle – Non si può permettere che  problemi burocratici tra i due enti locali e la Regione – prosegue – possano interrompere la fruizione delle acque termali con la più alta percentuale di zolfo in Europa e della destinazione più ammirata e scelta per l’utilizzo delle acque per il benessere psicofisico e respiratorio. Auspichiamo una soluzione concreta per il bene della collettività che, attraverso le cure termali, possa ritrovare salute, qualità e servizi. Una comunità fatta soprattutto da anziani e bambini, le categorie che più di tutte necessitano un percorso attraverso le cure termali». «Assicuriamo alla causa tutto il nostro impegno e tutta la nostra attenzione
al fine di scongiurare e allontanare un ulteriore colpo al sistema economico e produttivo calabrese e per tutelare i posti di lavoro della Sateca, supportando ogni iniziativa che favorisca sempre di più la promozione e la valorizzazione di questa grande eccellenza. Attraverso il circuito Nazionale ed Europeo e quindi attraverso il suo ruolo strategico le Associazioni Pro Loco UNPLI sono costantemente impegnate per la promozione e valorizzazione del Patrimonio culturale, turistico, sociale ed economico nel quale le Terme Luigiane hanno una priorità e un ruolo di primissimo piano.

Riconoscimento Unesco: Unpli Cosenza sostiene la candidatura del Parco della Sila

A poche ore dalla visita del delegato Unesco Pierre Galland all’interno dei confini del Parco Nazionale della Sila, l’attesa per gli esiti del sopralluogo aumenta in maniera esponenziale.
«Il riconoscimento Unesco – come ha spiegato lo stesso ministero dell’ambiente –  diventerebbe un ulteriore strumento di riconoscibilità internazionale e si inserisce nelle politiche di tutela e promozione delle aree protette già attive».
Dello stesso avviso anche il Presidente di Unpli Cosenza Antonello Grosso La Valle, che definisce il riconoscimento come «un’occasione importante di rilancio del territorio, sotto un marchio prestigioso e importante come quello dell’Unesco. Come ha avuto modo di sottolineare il commissario Sonia Ferrari – prosegue Grosso La Valle – la Sila ha avuto modo di aprirsi al mondo e di mostrare la propria biodiversità in tutta la sua bellezza, ma, anche e soprattutto, di far conoscere una comunità coesa che crede in questo progetto e che segue un cammino condiviso con tante istituzioni, giovani e persone piene di entusiasmo che lavorano con grande impegno. Inoltre – prosegue Grosso La Valle – evidenziamo come circa un anno e mezzo fa il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, abbia istituito il Distretto Turistico Altopiano della Sila, strumento che, affiancato all’eventuale futuro riconoscimento Unesco, può concretamente divenire capace di rafforzare e rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale e internazionale, e di cui l’Unpli provinciale di Cosenza è partner solido ed affidabile sin dall’istituzione».