San Vincenzo la Costa, domenica passeggiata di gruppo in bici

Un modo alternativo e salutare di scoprire il territorio.
A San Vincenzo la Costa, domenica 19 maggio sarà possibile approfondire la conoscenza del borgo gesuita
e delle sue frazioni attraverso una passeggiata di gruppo in bicicletta.
7km Tutti da vivere attraverso la prospettiva insolita delle due ruote, da soli o in gruppo, in famiglia o in squadra.
L’importante è esserci per godere all’aria aperta e facendo attività sportiva delle bellezze di San Vincenzo, Gesuiti, San Sisto dei Valdesi.
Al termine dell’itinerario, proprio nella frazione che fu dei valdesi, saranno allestiti percorsi tecnici per gare di abilità e di velocità.
Ad attendere i partecipanti, l’accoglienza della Pro-Loco di San Vincenzo che all’interno di un’area appositamente allestita,
si occuperà di far recuperare le forze ai bikers con un rinfresco in stile tipico. Per chiudere la serata, un concerto di musica popolare.
L’appuntamento è dunque fissato per domenica 19 maggio a partire dalle 14:30 in contrada Greco, nei pressi del ristorante-pizzeria Il Ritrovo della Montagna.
L’iscrizione è gratuita e…non scordate il casco!

XXVI Premio Galeazzo da Tarsia, iscrizioni fino al 25 Maggio

Mancano meno di venti giorni alla data di scadenza per la presentazione dei Saggi per partecipare alla XXVI edizione del Premio “Galeazzo di Tarsia” istituito dall’Associazione Turistica Pro Loco di Belmonte Calabro nel 1993 sotto il patrocinio della Rivista “Calabria Letteraria” e dell’Amministrazione comunale, per valorizzare la figura e le opere del poeta petrarchista del ‘500 che scrisse le sue “Rime” nel castello di Belmonte, suo feudo baronale.
Il Premio, a carattere storico-letterario, viene bandito ogni anno ed è ormai divenuto un punto di riferimento nel panorama culturale del territorio calabrese poiché unico nel suo genere: prevede, infatti, la presentazione di Saggi inediti su un tema che viene indicato annualmente dalla Giuria. Il tema della presente edizione è “A cento anni da Fiume: dalla vittoria mutilata ai nuovi confini italiani”. La commissione giudicatrice, composta da qualificati esponenti della cultura, è presieduta dall’ Avv. Paolo di Tarsia di Belmonte, discendente del Poeta.
Al fine di conservare e tramandare la memoria di questa nobile e meritoria iniziativa di alto contenuto educativo e culturale, la Pro Loco di Belmonte Calabro ha raccolto tutti i lavori premiati e li ha pubblicati sotto forma di Atti, “Atti del primo decennio del Premio 1993/2003” nel luglio 2004 e “Atti del quinquennio 2004/2008” nel luglio 2009 a cura dell’Editoriale Progetto 2000 di Cosenza del Dott. Demetrio Guzzardi. Nel corrente anno saranno pubblicati gli Atti del decennio 2009-2018.

Unpli Cosenza: un caffè con gli aspiranti Europarlamentari

Un momento di confronto, una discussione aperta, un appuntamento informale, davanti ad un caffè.
E’ così che in perfetto stile Unpli Cosenza i candidati al parlamento europeo incontreranno il mondo delle Pro-Loco cosentine.
Un appuntamento fortemente voluto dal consiglio provinciale
e che sarà funzionale ad un approfondimento delle tematiche relative a cultura, turismo,
welfare e ambiente in un momento storico-politico nel quale il terzo settore sta vivendo
un importante processo di riforma.
L’appuntamento è per mercoledì 15 Maggio alle 17 all’hotel Royal, che sarà, per l’occasione,
la “casa” delle Pro-Loco e sede di discussione e approfondimento.
Sono già diversi gli aspiranti parlamentari europei della circoscrizione Sud che hanno aderito
e prenderanno un caffè insieme al presidente Antonello Grosso La Valle ed ai consiglieri Unpli, in vista della tornata elettorale del 26 Maggio.
Gli spunti, le idee, le proposte e gli impegni saranno raccolti in un documento-manifesto
da far sottoscrivere ai “futuri” rappresentanti a Bruxelles che, si spera, possano portare
l’entusiasmo, la passione, l’impegno, insomma, un po’ di Unpli in Europa.

Unpli Cosenza: il territorio è nell’uovo di Pasqua

 

Sono diverse le Pro Loco cosentine che, aderendo al progetto di fundraising lanciato da Unpli Cosenza, riceveranno una “ sorpresa ” particolare all’interno del proprio uovo di Pasqua.

In collaborazione con le aziende Colavolpe di Belmonte Calabro, che ha realizzato le uova e l’azienda di creazioni artigiane Avolio di Altomonte,
che si è occupata di realizzare le sorprese personalizzate con una logica innovativa dunque, quest’anno l’Uovo avrà il sapore dei territori.

Nella fase di progettazione, infatti, le Pro Loco aderenti hanno avuto la possibilità di inviare il proprio materiale fotografico, relativo agli scorci più suggestivi dei propri borghi, e di vederlo “ materializzarsi ” all’interno di un magnete. Il tutto, attraverso il sapiente lavoro di artigiani locali – made in provincia di Cosenza – con l’intento di valorizzare la creatività e le realtà delle aziende. Dall’uovo alla sorpresa. Il ricavato della vendita delle uova, servirà a sostenere le singole Pro Loco ed allo stesso tempo
a fungere da supporto indispensabile per la realizzazione di progetti a marchio Unpli Cosenza, con un occhio attento alla sfera sociale ed alla solidarietà.

« Siamo soddisfatti dello sviluppo di questo progetto – ha spiegato il presidente di Unpli prov di Cosenza e consigliere nazionale Antonello Grosso La Valle – sia per la sua efficacia diretta nel coinvolgimento e reperimento di fondi al fine di pianificare azioni di sviluppo locale. Siamo convinti – conclude – che il partenariato con le aziende che rappresentano le eccellenze dei territori, e con tutti gli attori territoriali pubblici e privati,  sia il percorso strategico – operativo  per una programmazione e progettualità efficace e per un rafforzamento del ruolo che l’ Unpli e le Pro Loco – come incubatori di idee –  rivestono nella regione per lo sviluppo e la crescita».

 

Unpli Cosenza: Riparte il Cammino di S.Francesco

Un momento dell’edizione 2018 del Cammino di San Francesco Unpli

Dopo il successo registrato al debutto, scalda i motori la seconda edizione del Cammino di San Francesco, che partirà, proprio lo scorso anno, il 30 Aprile, in contemporanea da quattro territori
diversi, per far tappa, poi, al santuario di Paola il primo maggio.

Un percorso ricco di fede, misticismo e spiritualità, dunque, che coinvolgerà i territori interessati dal passaggio del santo nel corso degli anni. 
Unpli Cosenza, investendo impegno e risorse nella realizzazione del Cammino, ha istituzionalizzato già dal 2018 la volontà di proseguire in questa direzione attraverso l’attivazione di un dipartimento dedicato, guidato da Giovanni Terzo Pirri, con lo scopo di approfondire e studiare la tematica e progettare le edizioni future, in stretta collaborazione con le Pro-Loco coinvolte.

«L’istituzione del dipartimento “I Cammini” – spiega il Presidente Antonello Grosso La Valle – rappresenta per noi un primo passo verso una promozione efficace del territorio, puntando sulla bellezza dei luoghi, in stretto collegamento con l’aspetto spirituale e di fede che la presenza del Santo ha assicurato durante il proprio passaggio. Crediamo molto in questo evento – conclude Grosso La Valle – e siamo sicuri delle sue potenzialità in termini di incremento significativo di presenze turistiche».

San Vincenzo la Costa, Rota Greca, Montalto Uffugo, San Benedetto Ullano, saranno dunque
le “stazioni” di partenza “sincronizzate” dall’organizzazione delle rispettive pro-loco e che si uniranno nel saluto al santo.
Ad attendere il gruppo, l’accoglienza della Pro-Loco di Paola e il benvenuto del presidente provinciale e consigliere nazionale Unpli, Antonello Grosso La Valle.

Unpli Calabria incontra il governatore. Verso la legge di riordino

Un incontro proficuo, quello andato in scena ieri alla cittadella regionale tra il governatore Mario Oliverio e i dirigenti Unpli Calabria. Un appuntamento dal forte carattere operativo, che ha finalmente tracciato il solco per l’avvio dell’iter procedurale per l’approvazione della legge di riordino sul mondo delle Pro-Loco. Durante la discussione, i presidenti provinciali, Giuseppina Ierace in rappresentanza delle Pro Loco Metropolitane di Reggio Calabria, Vitaliano Marino per quelle della Provincia di Catanzaro, Giuseppe Maiuli per le Pro Loco della Provincia di Vibo Valentia, Nicodemo Martino per le Pro Loco della Provincia di Crotone, a supporto del presidente regionale Pippo Capellupo, hanno fotografato un mondo in continua evoluzione, quello delle Pro-Loco, capace
di rispondere tempestivamente ai cambiamenti del mercato del turismo, concependo nuovi modi
per valorizzare e promuovere i territori. «Con un ruolo finalmente riconosciuto e riportato all’interno dell’alveo della Regione Calabria – spiega il presidente Capellupo – si completa un percorso che dopo
tempo assicura un futuro solido al nostro mondo associativo».
Ora, dunque, la palla passa alla classe politica, che dovrà, qualora riterrà valido il lavoro che le Pro-Loco svolgono nei propri territori, assicurare un iter di approvazione senza intoppi e fedele
alle istanze pervenute da Unpli in più di un’occasione.
Che vanno dalla gestione del patrimonio immobiliare in disuso al partenariato con altri enti per la programmazione e la progettualità comune. Da una serie di protocolli d’intesa da sottoscrivere
finalizzati all’animazione, alla valorizzazione, all’accoglienza, all’integrazione, alla specificità turistica,
passando per una continua interlocuzione che possa fornire al Piano Regionale sul Turismo
importanti indicazioni in fase di progettazione, fondate sulla propria esperienza “sul campo”.
«Un incontro molto proficuo e fondamentale per il futuro di Unpli – ha commentato il presidente di Unpli Cosenza e consigliere nazionale Antonello Grosso La Valle – durante il quale abbiamo avuto la possibilità di testimoniare
il nostro lavoro nei territori e di fornire spunti importanti nella redazione della legge. Grazie al governatore Oliverio – conclude – ed al consigliere Gianni Nucera ed ai tanti consiglieri che nel tempo si sono intergacciati con il nostro mondo, raccontando la passione, la competenza e la dedizione che ogni Pro-Looco rappresenta per i territori come “entità di riferimento”».
Dopo aver eguagliato le altre regioni italiane, che hanno legiferato in materia Pro-Loco, dunque,
la Calabria si candida a divenire la prima regione ad aver inserito articoli legati alla necessità di cooperare con le istituzioni pubbliche e private al fine di rappresentare un esempio di buone prassi e soprattutto di linearità sulla normativa del Terzo Settore e dei regolamenti dell’ Unione Europea.

Campora San Giovanni s’illumina di blu

La Pro Loco di Campora S.G. anche quest’anno, come ormai consuetudine , accende i riflettori sull’Autismo, con la collaborazione della cooperativa sociale Idea 90 di Scalea e la partecipazione della federazione Artedo Cosenza ,e dell’Istituto Comprensivo Campora-Aiello, con il patrocinio dell’Unpli Cosenza e del Comune di Amantea. Campora come …Roma, New York, Sidney, Rio de Janeiro e molte altre città del mondo si accenderà di blu. Una luce che unirà idealmente tutto il mondo per dare sostegno e speranza a chi vive questa condizione. Giunto alla sua settima edizione, l’evento è finalizzato alla sensibilizzazione e ad una maggiore consapevolezza sulle tematiche legate all’autismo e si propone di favorire il riconoscimento dell’altro diverso da se, e di conseguenza l’integrazione ed accettazione del bambino autistico. L’evento prenderà il via martedì 2 aprile alle 9 e si snoderà lungo l’arco dell’intera giornata.

Al mattino all’interno dell’dell’Auditorium Don Peppino Arlia, a cura degli studenti dell’Istituto Comprensivo Campora-Aiello che hanno collaborato alla fattiva realizzazione di questa giornata, saranno realizzati una serie di disegni ispirati al tema dell’autismo e della sua conoscenza. Al pomeriggio, invece, andrà di scena il convegno dal titolo: ”Autismo…Parliamone…Un Mondo Dipinto di Blu“, al quale parteciperanno rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni del territorio, medici, giornalisti ed esperti del settore. Tutti allo stesso tavolo per discutere e favorire il dialogo su un tema, spesso sottovalutato e sottaciuto.

«Parlandone insieme – spiega il presidente della Pro-Loco di Campora Antonio Isabella – ognuno di noi potrà apportare un contributo alle famiglie che vivono quotidianamente i drammi e le problematiche legate a questa sindrome.

Insieme si può – conclude Isabella – si può sconfiggere l’emarginazione e il dolore per un carico che a volte diventa insopportabile e finisce per schiacciare le famiglie».

L’intera giornata sarà seguita dalle telecamere di Mark & Vincent con “a spasso con il sorriso” prima di concludere la serata con un ricco buffet offerto dalla Pro Loco Campora, e procedere all’accensione delle luci blu.

San Pietro in Amantea, Ines Nervi Carratelli rivive grazie alla poesia

C’è ancora un mese di tempo per iscriversi al premio letterario di poesia
“Ines Nervi Carratelli”, che, dopo il successo dell’edizione inaugurale, torna
a coinvolgere gli studenti nel ricordo di una figlia illustre del territorio di San Pietro in Amantea.
Ines fu una tra le prime donne ad essere eletta sindaco nel secondo dopo guerra,
e guidò il comune tirrenico dal 1946 al 1952, per una intera consiliatura.
Orgogliosa della vita da lei vissuta, sempre al servizio della comunità, nell’impegno politico, nella dedizione verso i tanti giovani che seguì come insegnante e nel ruolo
di madre e moglie esemplare, la Pro-Loco San Pietro di Amantea, in collaborazione l’amministrazione comunale, intende proseguire il proprio lavoro al fine di ricordare
e valorizzare una figura importantissima della storia locale.
Quando fu eletta sindaco, Ines aveva 42 anni, era sposata, e, già madre di due figli,
fu eletta come capolista nella democrazia cristiana.
Morì ad 83 anni nel suo paese a testimonianza di un legame fortissimo con la sua gente
e il suo ambiente/territorio.
La partecipazione al concorso è gratuita ed è aperta agli studenti delle scuole
superiori e prevede tre premi per i primi tre elaborati giudicati migliori
da una giuria composta da membri dell’associazione, da professionisti del settore
e da docenti.
Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 30 aprile 2019.
Per informazioni e regolamento: https://www.facebook.com/prolocosanpietroinamantea/

Piano regionale sul turismo: le proposte di Unpli Cosenza

Sotto la presidenza del presidente Mario Oliverio si è riunito, nel pomeriggio di venerdì scorso, presso l’hotel Biafora di San Giovanni in Fiore, il Partenariato istituzionale ed economico-sociale regionale, per condividere le strategie e gli obiettivi di sviluppo del settore turistico individuati nel nuovo, redigendo, Piano Regionale di Sviluppo Turistico Sostenibile, previsto dalla legge regionale n.8/2008.
Presenti il vicepresidente Francesco Russo, gli assessori della Giunta e i numerosi rappresentanti del partenariato, la dirigente generale del Dipartimento regionale Turismo Sonia Tallarico, il dirigente del Nucleo regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici Giovanni Soda e Salvatore Genovese di Invitalia, responsabile del gruppo di lavoro che ha supportato le strutture regionali nell’elaborazione del Piano, hanno presentato le analisi, gli obiettivi e le strategie indicate nell’importante documento.

Il Piano esposto, considerato aperto, integrato con gli altri Piani e strumenti regionali, propone una attenta analisi delle dinamiche in atto nel settore turistico internazionale, nazionale e regionale. Esamina la realtà territoriale regionale, nonché le risorse culturali e ambientali, i flussi turistici e la dotazione di strutture ricettive presenti sul territorio, e successivamente perviene alla classificazione della capacità di attrazione turistica di tutti i comuni calabresi. Analizza inoltre, i prodotti turistici di maggiore successo e li associa alla vocazione turistica rilevata per ciascun comune calabrese. Individua infine, per ciascun prodotto un target di riferimento e le azioni di marketing necessarie per sostenere e promuovere il turismo calabrese.

Nel corso degli interventi, rispetto al Piano, sottolineata la positiva tendenza dell’aumento costante delle presenze (anche oltre il periodo estivo) dal 2017, anno di vero record, la capacità attrattiva nei vari segmenti di turismo, anche quelli più nuovi, la qualificazione dell’offerta, la visione ampia di integrazione delle risorse territoriali, la volontà di valorizzare le potenzialità dell’intero territorio regionale. Consolidare e rafforzare, soprattutto, il trend di cambiamento in atto in relazione al turismo ed ai suoi attuali, numerosi punti di forza, aggredire le debolezze, gli obiettivi declinati in sintesi. (Fonte: Regione Calabria)

Folta la rappresentanza Unpli, a testimonianza dell’impegno nel settore turistico dell’Unione delle Pro-Loco, con il presidente provinciale Unpli Cosenza e consigliere nazionale Antonello Grosso La Valle, accompagnato dal consigliere regionale Unpli Giovanna Ruggiero; per la provincia di Crotone, il presidente provinciale Demo Martino e ad aprire la discussione, rappresentando Unpli Calabria, il vice presidente Gianni Porcelli. Il presidente Grosso La Valle, ha sottolineato l’importanza del lavoro che le singole associazioni Pro-Loco svolgono nei territori di appartenenza, rappresentando, spesso, l’unico valido supporto per le amministrazioni locali, in materia di ideazione, organizzazione e gestione di eventi ed attività dalla forte valenza culturale. Nel corso del suo intervento, Grosso La Valle ha riconosciuto «l’importanza di un Piano aperto, che attraverso la metodologia dell’ascolto delle istanze provenienti dal basso riesce ad integrare i suggerimenti, le esperienze e le indicazioni fornite da parte degli organismi interni al partenariato, come Unpli. Proseguire sulla strada del coinvolgimento, secondo noi è la strada giusta».
Grosso La Valle ha poi spostato l’attenzione sugli obiettivi strategici da perseguire, secondo la visione Unpli, per una definitiva crescita del settore turistico. Dallo sviluppo sostenibile, alla valorizzazione e promozione del patrimonio immateriale con attenzione alle minoranze linguistiche, dal turismo sociale e accessibile, al turismo rurale fondato su biodiversità e prodotti d’eccellenza, alla ricerca e valorizzazione delle figure storiche. Il tutto inserito in una strategia complessiva capace di determinare sensibili incrementi nei flussi turistici verso una regione straordinaria come la Calabria. Per fare ciò – avverte – è necessario avviare la costituzione di una cabina di regia nella quale il confronto e la concertazione rappresentino un pilastro imprescindibile. Il nostro compito, oltre a valorizzare e promuovere i luoghi e le comunità, è quello di preservare e tutelare l’ambiente attraverso buone pratiche che passano anche attraverso il ripristino, il riutilizzo e la fruibilità di beni pubblici abbandonati da utilizzare come laboratori turistici e sportelli informativi».

Un intervento fortemente propositivo, quello del presidente Grosso La Valle, che si spera possa trovare favorevole riscontro negli interlocutori regionali al fine di contribuire significativamente allo sviluppo turistico della Calabria.

Nasce “Domenica al Borgo – Meraviglie da scoprire”

Un ritorno alle antiche gite fuori porta, alla scoperta dei borghi più caratteristici del territorio, un modo alternativo di trascorrere la domenica, un format innovativo, la professionalità nell’accoglienza delle Pro-Loco. Tutto questo, e tanto altro, è “Domenica al Borgo”. Un progetto innovativo ideato e promosso da Unpli Cosenza, in collaborazione con le Pro-Loco aderenti, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la conoscenza dell’immenso patrimonio storico, artistico e culturale custodito nei centri storici della provincia. Domenica al Borgo schiererà pubblico e privato, Comuni ed aziende, gli uni al fianco degli altri nella realizzazione di un evento “identitario” capace di orientare flussi turistici verso i singoli borghi e il loro patrimonio materiale ed immateriale. Il primo appuntamento, sarà realizzato in via sperimentale a Corigliano-Rossano il 28 Aprile, in concomitanza con l’assemblea provinciale e si articolerà, successivamente, nei mesi di Maggio, Settembre, Ottobre, Novembre, Marzo. Sei appuntamenti annuali, dunque, alla scoperta di sei borghi diversi, vivendo l’accoglienza delle Pro-Loco padrone di casa. Le Pro-Loco interessate ad ospitare l’evento nel proprio borgo, potranno inviare una proposta progettuale al comitato Unpli Cosenza almeno 30 giorni prima della data scelta, supportando la propria candidatura attraverso standard minimi di qualità del prodotto culturale offerto. «Siamo certi della validità del progetto – spiegano da Unpli Cosenza – soprattutto per la capacità, in prospettiva, di un coinvolgimento sempre maggiore delle Pro-Loco e di conseguenza dei territori, in modo da creare un tessuto produttivo turistico valido, efficace e funzionale alla crescita economica dei territori stessi».