Camera di Commercio, arte e cultura al centro del dibattito

La prima seduta 2020 del parlamento delle imprese, di scena la scorsa settimana presso la Camera di Commercio di Cosenza, ha avuto come ospite il Sottosegretario di Stato alla Cultura, On. Anna Laura Orrico, alla presenza della quale si è fatto il punto sullo ruolo ruolo dell’arte e della cultura come leve strategiche per lo sviluppo locale. Il Presidente Unpli Cosenza, Antonello Grosso La Valle, ha evidenziato la necessità di «costruire un approccio comune tra il mondo delle imprese, quello delle Pro Loco ( enti di Terzo settore ) e degli organismi pubblici per salvaguardare e tutelare i beni (pubblici) culturali attraverso una maggiore valorizzazione e promozione; partire da una mappatura e ovviamente il monitoraggio dello stato del bene: non utilizzato, non fruibile, degradato, per elaborare la ri-generazione e dove appunto l’unpli con le pro Loco si propone come coordinamento e/o gestione».

Da più parti, è emersa inoltre, parti la consapevolezza e la necessità di un approccio comune e condiviso, al di là delle singole appartenenze, per costruire uno sviluppo armonico e funzionale.  

«Abbiamo in cantiere  – continua Grosso La Valle – la creazione di un evento relativo alla promozione  del patrimonio immateriale, l’istituzione e il coordinamento di punti informativi (dislocati in diversi punti strategici della provincia di Cosenza); la mappatura dei personaggi illustri x farne un azione di marketing – concorsi e azioni teatrali; il partenariato con le aree naturalistiche – parchi – e l’accordo con i produttori dei prodotti tipici e artigianato specifico».

Nel ringraziare il presidente della Camera di commercio e il Sottosegretario Orrico, Unpli Cosenza ha avanzato dunque  la proposta di sostenere attraverso accordi di partenariato per la crescita e lo sviluppo della nostra terra partendo dagli attrattori culturali che insistono fortemente nei centri storici. Ma la strada deve essere in modo vitale quella della collaborazione tra enti, istituzioni, imprese e cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.