Campora San Giovanni s’illumina di blu

La Pro Loco di Campora S.G. anche quest’anno, come ormai consuetudine , accende i riflettori sull’Autismo, con la collaborazione della cooperativa sociale Idea 90 di Scalea e la partecipazione della federazione Artedo Cosenza ,e dell’Istituto Comprensivo Campora-Aiello, con il patrocinio dell’Unpli Cosenza e del Comune di Amantea. Campora come …Roma, New York, Sidney, Rio de Janeiro e molte altre città del mondo si accenderà di blu. Una luce che unirà idealmente tutto il mondo per dare sostegno e speranza a chi vive questa condizione. Giunto alla sua settima edizione, l’evento è finalizzato alla sensibilizzazione e ad una maggiore consapevolezza sulle tematiche legate all’autismo e si propone di favorire il riconoscimento dell’altro diverso da se, e di conseguenza l’integrazione ed accettazione del bambino autistico. L’evento prenderà il via martedì 2 aprile alle 9 e si snoderà lungo l’arco dell’intera giornata.

Al mattino all’interno dell’dell’Auditorium Don Peppino Arlia, a cura degli studenti dell’Istituto Comprensivo Campora-Aiello che hanno collaborato alla fattiva realizzazione di questa giornata, saranno realizzati una serie di disegni ispirati al tema dell’autismo e della sua conoscenza. Al pomeriggio, invece, andrà di scena il convegno dal titolo: ”Autismo…Parliamone…Un Mondo Dipinto di Blu“, al quale parteciperanno rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni del territorio, medici, giornalisti ed esperti del settore. Tutti allo stesso tavolo per discutere e favorire il dialogo su un tema, spesso sottovalutato e sottaciuto.

«Parlandone insieme – spiega il presidente della Pro-Loco di Campora Antonio Isabella – ognuno di noi potrà apportare un contributo alle famiglie che vivono quotidianamente i drammi e le problematiche legate a questa sindrome.

Insieme si può – conclude Isabella – si può sconfiggere l’emarginazione e il dolore per un carico che a volte diventa insopportabile e finisce per schiacciare le famiglie».

L’intera giornata sarà seguita dalle telecamere di Mark & Vincent con “a spasso con il sorriso” prima di concludere la serata con un ricco buffet offerto dalla Pro Loco Campora, e procedere all’accensione delle luci blu.

San Pietro in Amantea, Ines Nervi Carratelli rivive grazie alla poesia

C’è ancora un mese di tempo per iscriversi al premio letterario di poesia
“Ines Nervi Carratelli”, che, dopo il successo dell’edizione inaugurale, torna
a coinvolgere gli studenti nel ricordo di una figlia illustre del territorio di San Pietro in Amantea.
Ines fu una tra le prime donne ad essere eletta sindaco nel secondo dopo guerra,
e guidò il comune tirrenico dal 1946 al 1952, per una intera consiliatura.
Orgogliosa della vita da lei vissuta, sempre al servizio della comunità, nell’impegno politico, nella dedizione verso i tanti giovani che seguì come insegnante e nel ruolo
di madre e moglie esemplare, la Pro-Loco San Pietro di Amantea, in collaborazione l’amministrazione comunale, intende proseguire il proprio lavoro al fine di ricordare
e valorizzare una figura importantissima della storia locale.
Quando fu eletta sindaco, Ines aveva 42 anni, era sposata, e, già madre di due figli,
fu eletta come capolista nella democrazia cristiana.
Morì ad 83 anni nel suo paese a testimonianza di un legame fortissimo con la sua gente
e il suo ambiente/territorio.
La partecipazione al concorso è gratuita ed è aperta agli studenti delle scuole
superiori e prevede tre premi per i primi tre elaborati giudicati migliori
da una giuria composta da membri dell’associazione, da professionisti del settore
e da docenti.
Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 30 aprile 2019.
Per informazioni e regolamento: https://www.facebook.com/prolocosanpietroinamantea/

Piano regionale sul turismo: le proposte di Unpli Cosenza

Sotto la presidenza del presidente Mario Oliverio si è riunito, nel pomeriggio di venerdì scorso, presso l’hotel Biafora di San Giovanni in Fiore, il Partenariato istituzionale ed economico-sociale regionale, per condividere le strategie e gli obiettivi di sviluppo del settore turistico individuati nel nuovo, redigendo, Piano Regionale di Sviluppo Turistico Sostenibile, previsto dalla legge regionale n.8/2008.
Presenti il vicepresidente Francesco Russo, gli assessori della Giunta e i numerosi rappresentanti del partenariato, la dirigente generale del Dipartimento regionale Turismo Sonia Tallarico, il dirigente del Nucleo regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici Giovanni Soda e Salvatore Genovese di Invitalia, responsabile del gruppo di lavoro che ha supportato le strutture regionali nell’elaborazione del Piano, hanno presentato le analisi, gli obiettivi e le strategie indicate nell’importante documento.

Il Piano esposto, considerato aperto, integrato con gli altri Piani e strumenti regionali, propone una attenta analisi delle dinamiche in atto nel settore turistico internazionale, nazionale e regionale. Esamina la realtà territoriale regionale, nonché le risorse culturali e ambientali, i flussi turistici e la dotazione di strutture ricettive presenti sul territorio, e successivamente perviene alla classificazione della capacità di attrazione turistica di tutti i comuni calabresi. Analizza inoltre, i prodotti turistici di maggiore successo e li associa alla vocazione turistica rilevata per ciascun comune calabrese. Individua infine, per ciascun prodotto un target di riferimento e le azioni di marketing necessarie per sostenere e promuovere il turismo calabrese.

Nel corso degli interventi, rispetto al Piano, sottolineata la positiva tendenza dell’aumento costante delle presenze (anche oltre il periodo estivo) dal 2017, anno di vero record, la capacità attrattiva nei vari segmenti di turismo, anche quelli più nuovi, la qualificazione dell’offerta, la visione ampia di integrazione delle risorse territoriali, la volontà di valorizzare le potenzialità dell’intero territorio regionale. Consolidare e rafforzare, soprattutto, il trend di cambiamento in atto in relazione al turismo ed ai suoi attuali, numerosi punti di forza, aggredire le debolezze, gli obiettivi declinati in sintesi. (Fonte: Regione Calabria)

Folta la rappresentanza Unpli, a testimonianza dell’impegno nel settore turistico dell’Unione delle Pro-Loco, con il presidente provinciale Unpli Cosenza e consigliere nazionale Antonello Grosso La Valle, accompagnato dal consigliere regionale Unpli Giovanna Ruggiero; per la provincia di Crotone, il presidente provinciale Demo Martino e ad aprire la discussione, rappresentando Unpli Calabria, il vice presidente Gianni Porcelli. Il presidente Grosso La Valle, ha sottolineato l’importanza del lavoro che le singole associazioni Pro-Loco svolgono nei territori di appartenenza, rappresentando, spesso, l’unico valido supporto per le amministrazioni locali, in materia di ideazione, organizzazione e gestione di eventi ed attività dalla forte valenza culturale. Nel corso del suo intervento, Grosso La Valle ha riconosciuto «l’importanza di un Piano aperto, che attraverso la metodologia dell’ascolto delle istanze provenienti dal basso riesce ad integrare i suggerimenti, le esperienze e le indicazioni fornite da parte degli organismi interni al partenariato, come Unpli. Proseguire sulla strada del coinvolgimento, secondo noi è la strada giusta».
Grosso La Valle ha poi spostato l’attenzione sugli obiettivi strategici da perseguire, secondo la visione Unpli, per una definitiva crescita del settore turistico. Dallo sviluppo sostenibile, alla valorizzazione e promozione del patrimonio immateriale con attenzione alle minoranze linguistiche, dal turismo sociale e accessibile, al turismo rurale fondato su biodiversità e prodotti d’eccellenza, alla ricerca e valorizzazione delle figure storiche. Il tutto inserito in una strategia complessiva capace di determinare sensibili incrementi nei flussi turistici verso una regione straordinaria come la Calabria. Per fare ciò – avverte – è necessario avviare la costituzione di una cabina di regia nella quale il confronto e la concertazione rappresentino un pilastro imprescindibile. Il nostro compito, oltre a valorizzare e promuovere i luoghi e le comunità, è quello di preservare e tutelare l’ambiente attraverso buone pratiche che passano anche attraverso il ripristino, il riutilizzo e la fruibilità di beni pubblici abbandonati da utilizzare come laboratori turistici e sportelli informativi».

Un intervento fortemente propositivo, quello del presidente Grosso La Valle, che si spera possa trovare favorevole riscontro negli interlocutori regionali al fine di contribuire significativamente allo sviluppo turistico della Calabria.

Nasce “Domenica al Borgo – Meraviglie da scoprire”

Un ritorno alle antiche gite fuori porta, alla scoperta dei borghi più caratteristici del territorio, un modo alternativo di trascorrere la domenica, un format innovativo, la professionalità nell’accoglienza delle Pro-Loco. Tutto questo, e tanto altro, è “Domenica al Borgo”. Un progetto innovativo ideato e promosso da Unpli Cosenza, in collaborazione con le Pro-Loco aderenti, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la conoscenza dell’immenso patrimonio storico, artistico e culturale custodito nei centri storici della provincia. Domenica al Borgo schiererà pubblico e privato, Comuni ed aziende, gli uni al fianco degli altri nella realizzazione di un evento “identitario” capace di orientare flussi turistici verso i singoli borghi e il loro patrimonio materiale ed immateriale. Il primo appuntamento, sarà realizzato in via sperimentale a Corigliano-Rossano il 28 Aprile, in concomitanza con l’assemblea provinciale e si articolerà, successivamente, nei mesi di Maggio, Settembre, Ottobre, Novembre, Marzo. Sei appuntamenti annuali, dunque, alla scoperta di sei borghi diversi, vivendo l’accoglienza delle Pro-Loco padrone di casa. Le Pro-Loco interessate ad ospitare l’evento nel proprio borgo, potranno inviare una proposta progettuale al comitato Unpli Cosenza almeno 30 giorni prima della data scelta, supportando la propria candidatura attraverso standard minimi di qualità del prodotto culturale offerto. «Siamo certi della validità del progetto – spiegano da Unpli Cosenza – soprattutto per la capacità, in prospettiva, di un coinvolgimento sempre maggiore delle Pro-Loco e di conseguenza dei territori, in modo da creare un tessuto produttivo turistico valido, efficace e funzionale alla crescita economica dei territori stessi».

Unpli Cosenza: E’ sempre l’8 Marzo

La Giornata internazionale della donna celebra i progressi in ambito economico, politico e culturale raggiunti dalle donne in tutto il mondo. Questo riconoscimento si basa su un principio universale che prescinde da divisioni, siano esse etniche, linguistiche, culturali, economiche o politiche.

La Giornata internazionale della donna si ispira alle attività dei movimenti dei lavoratori agli inizi del XX secolo in Nord America e in Europa. La prima giornata internazionale delle donne è stata celebrata dagli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909. Le Nazioni Unite, la cui Carta rappresenta il primo statuto internazionale che nel 1945 ha affermato il principio di uguaglianza tra i generi, hanno designato (a partire dal 1975) l’8 marzo come giornata internazionale della donna.

Le Nazioni Unite hanno sviluppato strategie internazionali, obiettivi e progetti per migliorare lo stato delle donne nel mondo creando un’eredità preziosa. Esempi di tali traguardi sono la Dichiarazione di Pechino, la piattaforma d’azione e la Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti della donna (CEDAW). Inoltre nel 2010, L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha fondato UN Women, ovvero l’organismo delle Nazioni Unite che ha come obiettivo l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne. La nascita di UN Women rappresenta un passo storico verso il raggiungimento degli obiettivi dell’ONU per la parità di genere e l’affermazione delle donne nella società.
Le donne in un mondo del lavoro in evoluzione: verso un pianeta 50-50 nel 2030”. Il tema scelto mira a promuovere il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, e nello specifico gli obiettivi numero 5 e 4. L’obiettivo numero 5 si focalizza sull’uguaglianza di genere e sull’ empowerment delle donne e delle ragazze; il numero 4 si incentra sull’accesso globale alla formazione di qualità e all’apprendimento continuo.

Nonostante molti progressi siano stati fatti in questi ambiti grazie agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, molto donne e ragazze nel mondo continuano a essere vittime di violenza e discriminazione.

L’UNPLI provinciale di Cosenza è al fianco di tutte le donne nella lotta contro la discriminazione e la violenza di genere.

San Vincenzo La Costa, torna il Carnevale in Piazza

Dopo il grande successo dell’edizione inaugurale, torna il Carnevale In Piazza
a San Vincenzo La Costa. Ideato e realizzato dalla sinergia tra l’associazione culturale politica I Tre Borghi, la scuola di ballo Arte Danza e la locale Pro-Loco,
l’evento prenderà il via martedì 5 Marzo e si snoderà lungo tutto il pomeriggio.
Tra le diverse attività, la sfilata di carri, animazione per bambini, le coreografie curate da Arte Danza e tanta musica con il dj set di Angelo Extra.

«Ritengo importantissimo offrire il nostro sostegno alle associazioni che operano sul territorio – ha commentato il presidente della pro-loco di San Vincenzo La Costa Giovanni Pirri – in tal modo – prosegue – si creano momenti di condivisione, aggregazione e scambio di esperienze funzionali ad una sempre più efficace promozione dei luoghi e della storia e cultura che custodiscono».

L’appuntamento è fissato, dunque, per martedì 5 marzo, alle 15,
in Piazza Municipio