Galeazzo da Tarsia “compie” 25 anni….

Il Premio Letterario “Galeazzo di Tarsia” festeggia la sua venticinquesima edizione. Istituito nel marzo 1993, sotto il patrocinio della Rivista “Calabria Letteraria” e dell’Amministrazione comunale, per valorizzare la figura e le opere del poeta petrarchista del ‘500 che scrisse le sue “Rime” nel castello di Belmonte, suo feudo baronale, è ormai divenuto un punto di riferimento nel panorama culturale del territorio calabrese poiché unico nel suo genere. Esso prevede, infatti, la presentazione di Saggi inediti su un tema che viene indicato annualmente dalla Giuria. Con il tema della presente edizione ” Il contributo di Michele Bianchi e di Giacomo Mancini, due Ministri dei Lavori Pubblici, per lo sviluppo del Mezzogiorno e della Calabria” si è inteso dare risalto a due calabresi, appartenenti a due schieramenti politici opposti, che con le loro azioni, in tempi diversi, hanno inciso positivamente sullo sviluppo e la trasformazione del Mezzogiorno e della Calabria in particolare.
Grazie all’impegno dell’Associazione, al patrocinio dell’Amministrazione comunale ed al contributo culturale, professionale e umano di altissimo livello dato dai prestigiosi componenti della Giuria che si sono avvicendati nel corso degli anni, il Premio ha allargato il respiro dei suoi temi, da Belmonte Calabro alla Calabria e, da questa al resto del Paese e dell’Europa, in una linea evolutiva che ha sempre privilegiato la qualità piuttosto che la quantità dei saggi presentati come dimostra l’ iniziativa meritoria intrapresa dalla Pro Loco che, allo scopo di diffondere e conservare i saggi premiati li ha raccolti e pubblicati sotto forma di Atti, “Atti del primo decennio del Premio 1993/2003” nel luglio 2004 e gli “Atti del quinquennio 2004/2008” nel luglio 2009 a cura dell’Editoriale Progetto 2000 di Cosenza, del Dott. Demetrio Guzzardi.

E’ motivo di orgoglio per l’Associazione – spiega il presidente della Pro-Loco Giovanna Ruggiero – che il Premio abbia raggiunto un traguardo così importante mantenendo intatta la propria unicità. Ringrazio i Presidenti Pro Loco – prosegue –  il Dott. Filippo Verre, Presidente nel 1993, anno di istituzione del Premio; il Geom. Antonio Vaccaro che, nel 1995 divenuto Presidente, bandì di nuovo il Premio, dopo che nel 1994 per motivi organizzativi non si era tenuto, e ne affidò il coordinamento al Dott. Gabriele Turchi, Segretario-Coordinatore del Premio, al quale va  la stima di tutti noi per la dedizione e l’ instancabile lavoro svolto negli anni; il Sig. Franco Conforti, che mi ha preceduto nella carica di Presidente. Un grazie al Dott. Michele Scialis che nel 1993 ricopriva la carica di Sindaco e favorì l’istituzione del Premio concedendo il patrocinio del Comune.