Bando Borghi, Unpli Cosenza: «Occasione fondamentale per i piccoli comuni ma serve più tempo»

Cento Milioni di Euro. Questa la cifra a disposizione della capacità dei borghi calabresi di ripensarsi, riqualificarsi e rimettersi in gioco, a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione – FSC.
«In linea con il progetto di tutela e valorizzazione dei borghi, cuore pulsante del nostro Paese, lanciato dal MIBACT nel 2016 e a cui l’Unpli ( Unione Nazionale Pro Loco d’Italia ) Nazionale ha aderito con una serie di iniziative – ha dichiarato il consigliere Nazionale Antonello Grosso La Valle –  quello della Regione Calabria assume ancora più valore sia per la capacità finanziaria messa a disposizione sia perché la nostra è terra di piccole realtà che necessitano di essere valorizzate attraverso la riscoperta e riqualifica dei grandi patrimoni che essi racchiudono». Un patrimonio fatto di arte, storia e cultura, beni materiali ee immateriali, che sono espressione diretta di comunità che oggi più che mai hanno bisogno di progetti a medio e lungo termine per diventare attrattivi e inserirsi nel mercato del turismo, che a sua volta significherebbe anche contrastare il fenomeno dello spopolamento e dell’abbandono dei piccoli centri.
Unpli Cosenza si candida quindi a rivestire un ruolo da assoluto protagonista
sia nella fase progettuale che nel coordinamento divenendo vero e proprio incubatore di rete sia poi nel campo della promozione e valorizzazione turistica sociale e culturale così com’è nella mission delle Pro Loco che oggi anche in Calabria rivestono un ruolo sempre più importante e incisivo.
«Ecco perché come ente di prossimità con le diverse realtà territoriali e nell’ascolto dei soggetti attivi, dalle associazioni agli operatori del settore turistico, culturale e sociale – prosegue Grosso La Valle –  l’ UNPLI provinciale di Cosenza considerando l’importanza strategica del bando che potrebbe rappresentare realmente una opportunità di crescita e di rilancio turistico – culturale – sociale stimolando e facilitando l’attrazione di flussi turistici nuovi, differenziati e soddisfatti, intende farsi promotore di una proposta finalizzata ad una nuova proroga dei termini per la presentazione delle domande del “Bando attività ricettive, della ristorazione e dei servizi turistici e culturali” previsto per il prossimo 31 ottobre».
L’esperienza delle Pro-Loco in campo di promozione turistica e la passione disinteressata dei soci, rendono dunque l’Unpli un interlocutore privilegiato per le amministrazioni pubbliche e per i soggetti proponenti privati al fine di creare prospettive positive e ricadute economiche reali in termini di efficacia ed efficienza. Avere più tempo a disposizione per valutare attentamente le idee progettuali – conclude Grosso LaValle – sarebbe una occasione importante per allargare la platea dei partecipanti, ed elevare la qualità dei progetti aumentando così le possibilità di finanziamento».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *